La passione per l’allevamento spesso nasce gradualmente, dopo che ci si è avvicinati al meraviglioso mondo dei cavalli come amatori. A molti è accaduto di aver cominciato prima a montare a cavallo e solo in seguito si è fatto strada anche il sogno di allevare. Magari il primo puledro nasce dalla cavalla di casa che poi viene affiancata da una seconda fattrice, una terza e così via. Ed è così che, per i più tenaci, la passione diventa un lavoro ed un’avventura nella quale ogni giorno si alternano, come su un ottovolante, emozioni forti, gioie e dolori, soddisfazioni e delusioni.

Questa è anche la storia di Alessandro dell’Anna e del suo AD Stallions.
Ma scopriamo meglio come tutto è cominciato dalle parole del protagonista.

“Ho cominciato a montare a cavallo a 16 anni, affrontando le prime gare come amatore. Successivamente decisi di fare delle esperienze all’estero e così sono stato via due anni tra Svezia, Danimarca e Germania, dove ho iniziato a montare in gare più impegnative.

Non avevo però delle grosse cifre da investire nell’acquisto di cavalli sportivi per continuare la carriera come cavaliere e decisi quindi di tornare in Italia.
Cominciai a montare per Enrico Uboldi con il quale acquistammo insieme due cavalli, uno di questi era BOTERO (SI, 2004, CENTO x LE TOT DE SEMILLY), un cavallo che avrebbe poi segnato tutta la mia vita professionale. BOTERO si rivelò subito un cavallo con molti mezzi e molto rispettoso, di grande qualità. Dopo circa un anno e mezzo il sodalizio con Uboldi finì ed io decisi di acquistare interamente BOTERO.”

Questo stallone praticamente è stato quello su cui hai fondato la tua attività?

“Si, inizia così la mia attività imprenditoriale che oggi ha il nome di AD Stallions. Il sogno di riuscire a trasformare la mia passione anche nel mio lavoro si stava realizzando. Con BOTERO ho preso parte alle gare riservate ai giovani cavalli di 5 e 6 anni. A 7 anni il cavallo ha dovuto fermarsi a causa di un infortunio ed ho così cominciato ad utilizzarlo come stallone. La conseguenza naturale è stata quella di cominciare anche ad allevare.
All’inizio volevo utilizzare BOTERO per avere dei suoi figli da montare, cosa che alla fine non sono mai riuscito a fare perché poi tutto questo è diventato un lavoro. In quel periodo facevo anche un po’ di commercio per riuscire a portare avanti il mio progetto. Un progetto ambizioso nel nostro Paese dove vivere commercializzando il seme degli stalloni, magari proprio quelli che tu hai allevato e su cui più credi, è veramente difficile.

Tornando a BOTERO una volta recuperato l’infortunio ha saltato in categorie 130-135 con Giovanni Magaton. Ma il mio obiettivo era quello di impiegarlo come riproduttore e scelsi così di interrompere la sua carriera sportiva per riportarlo a casa. “

Botero

I suoi primi figli sono nati nel 2012, come giudichi la sua produzione?

“Il primo anno BOTERO ha coperto delle cavalle con delle caratteristiche molto diverse fra loro perché volevo capire come produceva. Decisi di investire personalmente su di lui perché credevo in questo stallone. I primi nati, essendo dei cavalli con un ottimo carattere e cavalcabilità, sono andati a finire in mano a degli amatori, anche se nelle gare riservate ai 2-3 anni si sono sempre classificati nei primi posti. Tra loro cito MALU TURBINE (madre da ROI DANZIG) che, con una mamma purosangue, ha vinto a 3 anni il salto in libertà a Sommacampagna, è stato 4° sempre nel salto in libertà al circoscrizionale di Borgo la Caccia ed è arrivato 10° alla finale di Verona.

Come spesso accade, anche BOTERO i primi anni di monta non ha coperto fattrici di particolare pregio, ma lo scorso anno sono nati i primi figli da mamme più importanti come CORIULANA J, performer con Gianluca Palmizi e GRATINA compagna di gare di Natale Chiaudani. Sono soggetti che mi fanno ben sperare per il futuro.
Sono convinto della bontà di BOTERO come riproduttore e spero che gli allevatori italiani gli diano sempre più fiducia. E’ un cavallo che secondo me è stato sottovalutato. Ne ho avuti tanti di cavalli e in questo stallone vedo la qualità che in molti altri stalloni non ho visto. Quest’anno coprirò 4 cavalle con lui.”

Poi c’è stato l’incontro con un’allevatrice e un’amica per te.

“Ho conosciuto Laura Trinchero perchè lei sapeva che stavo cercando uno stallone e mi disse che ne aveva quattro da vendere. Andai da lei e in quell’occasione comprai CASKO J (CASALITO x QUINTERO), stallone Holstein del 2013. Il padre CASALITO (2009, CASALL ASK X LANDGRAF) ha saltato fino in cat. 150 con il tedesco Christian Hess. I suoi primi figli hanno 7 anni e ha già 6 figli stalloni approvati. La madre di CASKO J è B-QUALISKA J, fattrice premiata in Holstein, sorella uterina di QUIN (da VERDI), stallone approvato e premiato in Holstein, vincitore del Bundeschampionat in Germania nei 6 anni con Katrin Eckermann. Oggi QUIN è sotto la sella del messicano Simon Nizri con il quale quest’anno è stato 3° classificato nel GP del CSI4* di Balvanera e 4° classificato nel GP 160 del CSI4*W di Guadalajara.
La linea materna di CASKO J è lo stamm Holstein 318d2 dal quale discendono anche gli stalloni COROFINO I e II, CORIANO, DIARADO, CRAWFORD, NEW STAR QUALITY e i saltatori in cat 1,60m CONCORDIA LA SILLA, LICHTSPIEL, BARBOU DE RUET e CABRIO.

Casko J

Sei arrivato così al secondo stallone, ma poco dopo è arrivato anche il terzo.

“Esatto, nel 2014, nasce BOTTONE, unico figlio di BOTERO maschio che ho tenuto intero. Ed è così che da uno stallone sono passato a due e poi a tre.

BOTTONE oggi ha 7 anni è il prototipo del cavallo moderno, ha tutto: semplicità, cavalcabilità, rispetto, forza. Sua madre, l’Hannover ACORADA (FOR EDITION x ACORD), è una delle mie fattrici (Hannover Stutenstamm 1191712, Schridde 727). E’ sorella uterina di COURAGE DE FEIGE vincitore internazionale in cat. 160 con Giulia Martinengo Marquet e di NUMERO CLAVE saltatrice in cat. 140. Da questa linea materna discende anche l’importante stallone GOLDSPRING DE LAUZELLE.

I primi figli di BOTTONE sono nati nel 2020. Produce cavalli grandi, alti sulle gambe, con un fisico importante e delle belle teste distinte. Uno è stato acquistato dal completista Pietro Sandei.

BOTTONE ha una sorella piena, ATTRAZIONE FATALE, nata nel 2016, che ho tenuto con me e che ha partorito quest’anno da POKER DE MARIPOSA. Adesso è in doma con l’obiettivo di vederla poi in gara.”

Bottone

Quest’anno vedremo anche i tuoi stalloni in gara?

“Si esattamente, questo è molto importante perchè gli allevatori avranno la possibilità di vederli saltare in concorso e potranno rendersi conto delle loro qualità sportive e scegliere così il più adatto alle loro fattrici. E’ un’ottima opportunità.”

In campo allevatoriale quale è il tuo punto di riferimento?

“Il mio punto di riferimento è l’Holstein, mi piace il tipo di cavallo che loro selezionano. Per me è il cavallo sportivo ideale, con una buona bocca, bel modello, moderno, aggraziato e con un buon galoppo. In Holstein i giovani stalloni vengono testati anche nello sport, ma non li portano ad altissimi livelli. La forza di questo Studbook sta nella selezione di giovani stalloni in cui credono e che loro poi usano. Noi siamo esterofili e tendiamo ad usare stalloni vecchi, già affermati, quando invece all’estero già usano i figli.
Non abbiamo la cultura di puntare al futuro. In Italia spesso non si dà fiducia ai giovani stalloni.“

Quali sono al momento le tue fattrici?

“Tra le mie fattrici ho QUINTESSENZA figlia di BOTERO (madre da QUIDAM RUBIN x SANDRO), che appartiene alla Westf. Stamm 329, linea materna di BALOU DU REVERTON, BALOU DU ROUET ecc.

Poi ho due fattrici purosangue. Una si chiama GIULIETTE GIRL, l’altra è MATIMOVIESTAR, mamma di MALU TURBINE (da BOTERO) che nasce da ROI DANZIG, stallone molto utilizzato per il completo. Due figli di MATIMOVIESTAR li ha acquistati il completista Pietro Sandei (uno da CASKO J e l’altro come già detto da BOTTONE). Un’altra sua figlia, MADAME BOTERO l’ho tenuta come fattrice.

Poi ho acquistato al 50% GALISKA J, sorella uterina di CASKO J, che nasce da CASSILANO (CASSINI x LANDETTO). Ha 6 anni e con lei produrrò in embryo transfer, dato che ho già avuto delle richieste per i suoi figli in Holstein.

Quindi la tua attività comprende sia la commercializzazione del seme dei tuoi stalloni che l’allevamento.

“L’allevamento è in realtà un modo per testare i cavalli di cui vendo il seme. Il principio è quello di usare i miei stalloni sulle mie fattrici per vedere come producono, quali sono i loro punti di forza. E’ un modo per testare la loro produzione.

Io non posso dire alle persone di coprire con i miei stalloni se non sono io il primo ad utilizzarli, a dargli fiducia. Il commercio cavalli invece è un’attività che ho interrotto, vendo solo i miei puledri da foal e tengo delle femmine quando le mie fattrici diventano troppo anziane, in modo da poter portare avanti la linea di sangue.”

In questa tua attività che si sta allargando hai anche messo in piedi delle importanti collaborazioni:

Ho iniziato a collaborare con Marc Mertens e con l’Anglo European Studbook (AES) da circa 6 anni. La collaborazione è iniziata un po’ per caso, quando volevo approvare BOTERO in un altro Studbook oltre al Sella Italiano. Successivamente con lui abbiamo organizzato le approvazioni AES in Italia. E’ una persona che mi ha insegnato molto in tema di allevamento. Oggi quando uno stallone in Italia inoltra la richiesta di approvazione per l’AES, essendo io il referente per l’Italia, sono autorizzato ad andare personalmente a visionare il cavallo. Si sono sempre fidati del mio giudizio.

Tramite Marc Mertens ho poi preso contatti con Kees van de Oetelaar, comproprietario di stalloni del calibro di CONCORDE e VERDI TN, oltre che commerciante e allevatore. Quest’anno mi ha inviato due dei suoi stalloni ed abbiamo in società un giovane promettente stallone.”

Kees van den Oetelaar e Concorde

A tal proposito abbiamo chiesto allo stesso Kees van de Oetelaar di parlarci della vostra collaborazione.

“Con Alessandro ci siamo conosciuti grazie a Marc Mertens, in occasione di un’approvazione AES in Italia da lui organizzata.
Ho avuto modo di conoscerlo sia professionalmente che come persona. E’ serio, affidabile e meritevole di fiducia. Tutto ciò mi ha portato ad avere in società con lui un giovane interessante stallone, CASALLINO, nonché ad affidargli due stalloni molto promettenti e di qualità che si stanno distinguendo in allevamento e nello sport, CHAPEAU TN e MAESTRO VAN DE BISSCHOP, provenienti da ottime linee materne e con padri altrettanto affermati.

Sicuramente per l’Italia è un’occasione per attingere a giovani riproduttori di ottimo livello e in seme fresco.
La prospettiva è quella di lavorare con continuità con Alessandro, grazie al nostro trait d’union Marc Mertens. La fiducia riposta in Alessandro e nel suo lavoro non è in discussione, quindi credo che in futuro potremmo fare ancora tanto insieme. È un uomo che si è conquistato la mia stima: stalloni di questo calibro non si affidano al primo che passa.”

Infatti quest’anno per gli allevatori italiani ci sono delle novità importanti.

“La grande novità di quest’anno sono tre stalloni da poco arrivati in scuderia: MAESTRO VAN DE BISSCHOP (BWP 2012, CORNET OBOLENSKY x LIBERO H), CHAPEAU TN (Holst. 2012, CLEARWAY x QUINTERO) e CASALLINO (2018, CASALL x CASSINI) che ho acquistato al 50%.
Il fratello pieno di CASALLINO è CASALLITO, nato nel 2016  e acquistato da Tal Milstein all’asta ESHA, raggiungendo una delle cifre più alte pagate in queste aste. Suo fratello uterino CAN RESIST (da CORNET OBOLENSKY) a 8 anni salta in cat. 150 con il messicano Andres Gonzalez Dufrane. CASALLINO ha 3 anni e farà l’approvazione AES, oltre a quella per il Sella Italiano.

Casallino

MAESTRO VAN DE BISHOOP e CHAPEAU TN sono invece due stalloni già conosciuti.
MAESTRO VAN DE BISSCHOP è approvato in BWP e AES. Suo padre CORNET OBOLENSKY è uno dei migliori stalloni del panorama internazionale, sempre tra i primi nella classifica FEI-WBFSH dei migliori stalloni al mondo. La sua linea materna è la Merrielijn 231, Oldenburger Stamm 190, fokfamilie 724. Sua madre SECRET LOVE WONDERLAND è una fattrice di grande valore avendo prodotto una serie di vincitori internazionali e stalloni approvati. Tra loro i fratelli pieni DULF VAN DEN BISSCHOP (da HEARTBREAKER), venduto in America ed eletto nel 2017 Ambasciatore per il BWP grazie alla qualità della sua progenie, HOLLAND VAN DEN BISSCHOP, stallone performer in cat. 1,60 m con l’olandese REMCO BEEN ed ESTINA, saltatrice internazionale con Samantha McIntosh per la Nuova Zelanda. Un altro fratello uterino di MAESTRO è lo stallone KWPN ARIZONA (da UTRILLO VAN DE HEFFINCK), prematuramente scomparso.
La sorella uterina di SECRET LOVE, JADE VAN DE BISHOOP (da OGANO SITTE), è la compagna di gare di Pieter Devos.

MAESTRO VAN DE BISSCHOP è stato vincitore in categorie riservate ai giovani cavalli in CSIYH e ha partecipato con Giampiero Garofalo ai Campionati del Mondo di Lanaken nei 6 anni. I suoi primi figli sono nati nel 2016.

Maestro van de Bisschop

CHAPEAU TN (CLEARWAY X QUINTERO) nasce da CLEARWAY, padre tra gli altri del plurivincitore con Rolf-Göran Bengtsson CLARIMO, anche lui stallone affermato nel panorama internazionale e di GLOCK’S COGNAC CHAMPBLANC (ISJ 1,60m con Gerco Schröder). La madre VUTTION VA discende dall’ Holst Stamm 1463 e ha prodotto anche lo stallone approvato Z PIONIER VAN PRINSEVELD (da CASALITO). La sua seconda madre è sorella uterina dello stallone Holstein L’EPERON (da LORD), saltatore internazionale con Carsten-Otto Nagel. Da questa linea materna discendono anche gli stalloni BALDINI I e II, LESOTHO e CARANO.
CHAPEAU TN ha saltato fino al 2019 con Zoi Snels in categorie riservate ai giovani cavalli, mentre nel 2020 ha preso parte alla sua prima cat. 145 con l’olandese Kars Bonhof.
CHAPEAU TN ha già circa 260 figli in Olanda nati a partire dal 2017.

Chapeau TN

In più c’è anche la possibilità di avere il seme congelato di TINTIN DE LA POMME (DIAMANT DE SEMILLY x FOR PLEASURE), stallone SF del 2007 che purtroppo è venuto prematuramente a mancare. TINTIN ha svolto una brillante carriera sportiva con numerose vittorie e piazzamenti in categorie internazionali, in particolare sotto la sella di Andres Peñalosa e Natale Chiaudani (7 ° al GP CSI3* di Oliva, 7 ° al GP CSI2* di Caserta, 2 ° al CSI3*-W di Dubai, 2 ° nella Sei Barriere al CSI2* di Sharjah, 4 ° al CSI2* al Baltica Summer Tour, 5 ° nel GP CSI2 * a Gorla Minore, 3 ° nella Sei Barriere al CSI2* di Verona, due volte 6 ° nell CSI3* di Vermezzo, 4 ° nel CSI4*-W di Abu Dhabi).
La linea materna di questo stallone è la SF 106, sicuramente una delle più importanti e conosciute grazie alla grande FRAGANCE DE CHALUS e a sua madre NIFRANE. La madre di TINTIN, NIMFE DE LA POMME, ha prodotto gli stalloni TELSTAR DE LA POMME (SF da NABAB DE REVE) saltatore in cat 1,60m con Lorenzo de Luca e Jonna Ekberg, TWISTER DE LA POMME (SF, da DARCO) ISJ 1.60m con l’olandese Meike Zwartjens e JUST AN HERO (BWP, da ERCO VAN ‘T ROOSAKKER), ISJ 1.60m con Agnieszka Cecuga.
L’eccezionale FRAGRANCE DE CHALUS è la seconda madre di TINTIN DE LA POMME. Tra i suoi figli più importanti citiamo gli stalloni MYLORD CARTHAGO, BAMAKO DE MUZE, NORTON D’ÉOLE, FARFELU DE MUZE, HUGH GRANT DE MUZE, DE MUZE JULES e L’HERMÈS DE MUZE, oltre a numerosi vincitori internazionali e figlie che si sono rivelate a loro volta eccezionali e ricercate fattrici. Questa linea materna è senza dubbio una delle più importanti e popolari al mondo.

TINTIN DE LA POMME ha pochissimi figli nati in Belgio a partire dal 2011 perchè si è dedicato esclusivamente alla carriera sportiva.”

I sei stalloni che hai quest’anno in scuderia saranno disponibili in seme fresco per gli allevatori italiani?

Si esatto, saranno tutti disponibili in seme fresco.
Le condizioni di monta sono:
– BOTERO 800€ – CASKO J 700€ – BOTTONE 600€ – CASALLINO 500 € , + IVA; 50% alla prenotazione + 50% a cavalla gravida al 1° ottobre.
Sconto di 100 € a chi decide di pagare l’importo totale alla prenotazione.
– MAESTRO VAN DE BISCHOOP 800 € + IVA; 50% alla prenotazione e 50% a cavalla gravida al 1°ottobre.
– CHAPEAU TN 900€ + IVA; 50% alla prenotazione e 50% a cavalla gravida al 1°ottobre.
Per questi stalloni garanzia puledro nato vivo a 24h.

Per TINTIN DE LA POMME invece le condizioni sono 1000 € + IVA per 10 paillettes.

Per chi fosse interessato mi può contattare al 340 999 9773 o via mail a botero@europe.com

L’attività si sta quindi allargando con un maggior numero di stalloni per la prossima stagione di monta.

“Si, e ho acquistato anche un terreno dove costruirò la mia nuova scuderia, la stazione di monta oltre all’allevamento e dove ho intenzione di organizzare delle iniziative a favore degli allevatori. Per questo motivo aumenterà anche il numero delle fattrici.

Il mio scopo è quello produrre cavalli da concorso ippico, di qualsiasi livello, dalle categorie più basse fino alle gare più impegnative. Mi piace produrre cavalli che siano semplici da gestire e da montare, qualsiasi sia la gara che andranno a saltare. Voglio produrre cavalli collaborativi, cavalli per tutti, anche per la base. Nel numero poi può emergere anche il fuoriclasse, ma in quel caso deve incontrare anche il cavaliere in grado di valorizzarlo e uno sponsor in grado di sostenerlo. Non è affatto semplice. Molti buoni cavalli purtroppo non emergono per queste ragioni.”

Il tuo sogno sta quindi diventando realtà anche se a prezzo di molti sacrifici personali.

“Sono partito da zero e piano piano sto costruendo la mia attività, seguendo la mia passione. Trascorro tutta la giornata coni miei cavalli, li conosco a fondo e li vivo in pieno quotidianamente. In questa mia avventura penso di aver avuto la fortuna di incontrare le persone giuste, che nell’allevamento mi hanno insegnato tanto e con le quali ho instaurato delle ottime collaborazioni, come ad esempio il mio veterinario, il dott. Giovanni Ranzenico, che segue i miei cavalli durante tutta la stagione di monta.
Infine quest’anno, come dicevo prima, gli stalloni CASKO J, BOTTONE, CHAPEAU TN e MAESTRO VAN DE BISHOOP andranno in gara e potranno così essere visionati da tutti gli allevatori che ne saranno interessati.”

©BSH Riproduzione Riservata

Load More In Promo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *