Si è svolta nella serata di sabato 5 agosto durante il CSI2* “Memorial Lorenzo Attili”, nel bellissimo impianto de Le Lame Sporting Club, la prima “Vetrina a Vendere” organizzata dall’associazione Cavalli d’Italia.

La Vetrina a Vendere era aperta sia ai soci che ai non associati a Cavalli d’Italia, per permettere la più ampia partecipazione possibile.
Presenti all’evento circa 160 persone che hanno potuto ammirare foal e yearling sfilare durante la cena a bordo campo, organizzata dalla famiglia Zampolini.
A presentare i soggetti Nicola Schiena, che ha tenuto alta l’attenzione del pubblico per tutta la sera. Ogni soggetto è stato presentato singolarmente e ne sono state illustrate la genetica, le caratteristiche morfo-funzionali e la fascia di prezzo di appartenenza.

Tra il pubblico presente durante la serata anche cavalieri come Natali Chiaudani, Filippo Bologni e Paolo Pomponi, oltre al tecnico del Dipartimento Giovani Cavalli FISE, Marco Porro.

Durante la cena non poteva mancare una dedica speciale e il ricordo di un giovane cavaliere che è venuto a mancare troppo presto, Lorenzo Attili. Uno dei foal presentati nasceva proprio da una cavalla con cui Lorenzo aveva gareggiato, UFLORIENA (INDORADO x ZUIDHORN). UFLORIENA, dopo numerosi tentativi, ha partorito la sua prima puledra proprio l’anno in cui i nomi dei cavalli dell’allevamento delle Lame cominciavano con la lettera L. In ricordo di questo binomio non poteva che chiamarsi LORENA DELLE LAME (da NADIR DI SAN PATRIGNANO), un nome che fonde quello di Lorenzo con quello di Ufloriena.

Scopo della Vetrina era quello di aiutare la commercializzazione dei prodotti allevati in Italia, un risultato sicuramente raggiunto per 3 soggetti che sono stati venduti già durante la serata, mentre per altri sono in corso trattative private.

Un ottimo inizio quindi per una manifestazione che è al suo esordio e che speriamo possa essere ripetuta e seguita da altre simili. Ci conferma questa volontà il presidente di Cavalli d’Italia, Fabrizio ContilliStiamo contattando altre associazioni di allevatori a livello regionale per poter organizzare un evento simile anche in altre regioni. Questo per permettere anche a chi non ha potuto partecipare a questa Vetrina a Vendere, di dare visibilità ai loro prodotti.

L’augurio è quello che finalmente gli allevatori italiani possano fare fronte comune a vantaggio di tutta la categoria, indipendentemente dall’associazione a cui aderiscono o meno.
Come sempre quello che conta è l’esempio che viene dato e non le polemiche o l’individualismo che può portare vantaggi immediati ma alla lunga logora il comparto, rende debole l’intera categoria e ne dà un’immagine scadente e gretta.
Nessuno sa fare tutto e nessuno ha la formula magica per risolvere i problemi. Solo la collaborazione e il lavoro di squadra potranno rendere più forti gli allevatori italiani. Purtroppo per alcuni, da questo non si può prescindere, l’alternativa sono gli altri Studbook, ognuno faccia la sua scelta.

Load More In Manifestazioni Allevatoriali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *