Lo Studbook Hannover secondo la recente classifica pubblicata nel luglio di quest’anno dalla “World Breeding Federation for Sport Horses” (WBFSH) si piazza nella disciplina del dressage al 2° posto e nel salto ostacoli al 6° posto.

– Ma che origine hanno i successi di questo Studbook?

Storicamente il Landgestütes Celle è stato fondato nel 1735 dando così inizio alla registrazione degli incroci e dei cavalli nati, e parallelamente all’introduzione di sangue da altre razze quali: Andalusa, Napoletana, Holsteiner, Prussa, Mecklenburger, e Purosangue Inglese. la nascita dello Studbook Hannover risale al 1888 mentre nel 1922 gli allevatori si sono riuniti nel “Verband Hannoverscher Warmblutzüchter”. Dopo la seconda guerra mondiale sono stati nuovamente introdotti cavalli Purosangue Inglese insieme a cavalli Trakehner, gettando così le basi del moderno cavallo Hannover che oggi conosciamo.

Attualmente lo Studbook Hannover conta circa 19.000 fattrici registrate e 420 stalloni approvati, numeri dai quali si può capire come i cavalli Hannover abbiano rappresentato, e tuttora rappresentino, un bacino a cui altri Studbooks hanno attinto nel corso degli anni. Data la sua importanza a livello mondiale risulta quindi particolarmente interessante indagare quali siano le origini del successo dei cavalli Hannover.

Un articolo pubblicato sulla rivista ”Journal of Animal Science” ha analizzato una popolazione di riferimento di 167,063 cavalli Hannover nati dal 1980 al 2000 con il loro primo antenato risalente al 1861, con lo scopo di capire come fosse costituito e quali fossero le origini del pool genico* della popolazione stessa.

– Per prima cosa ci si è chiesti che contributo hanno dato le altre razze nella costituzione della popolazione dei cavalli Hannover.

Ecco un po’ di numeri per capire il peso delle altre razze…..

contributo-genetico-delle-altre-razze
Contributo genetico delle diverse razze nella popolazione di cavalli Hannover

Al pool genico della popolazione di riferimento il Purosangue Inglese ha contribuito per circa il 35% dei geni mentre il contributo del Trakenher e dell’Arabo sono circa dell’8% e del 2,7%, rispettivamente. Il 49% del pool genico è dovuto direttamente a cavalli fondatori* Hannover. Gli Oldenburg hanno invece contribuito con solo lo 0,5%. L’introduzione più massiccia di sangue Holsteiner a partire dalla metà degli anni ’90 con l’inizio del “Programma Allevatoriale da Salto” nel 1993, ha portato il loro contributo nel pool genico dallo 0,5% al 2,1%.

– Quanto gli individui della popolazione Hannover sono imparentati fra loro?

coefficienete-di-inbreeding
Andamento del Coefficienete di Inbreeding dal 1980 al 2000

Si parla di inbreeding quando vengono utilizzati per l’incrocio due individui che sono tra loro imparentati attraverso almeno un antenato in comune. Per dare un valore e poterlo stimare la genetica di popolazione utilizza il calcolo del “coefficiente di inbreeding”*. Nella popolazione Hannover nel periodo 1980-2000  preso in considerazione dallo studio, il valore medio è piuttosto contenuto: 1,33% con un trend in aumento negli ultimi 10 anni, da mantenere sotto controllo. Al momento i cavalli Hannover sono “poco imparentati fra loro”.

Al contenimento del coefficiente di inbreeding hanno contribuito diversi fattori:

  1. l’elevato numero di individui che costituiscono la popolazione,
  2. l’elevato numero di fondatori provenienti da razze diverse,
  3. l’utilizzo delle diverse linee di sangue in maniera bilanciata,
  4. l’introgressione di stalloni Purosangue Inglese e Trakehners nel Programma Allevatoriale. 

Questo a tutto vantaggio del mantenimento di una maggiore variabilità genetica nella popolazione.

– Quanti sono i fondatori che hanno contribuito al pool genico della popolazione?

Tra tutti gli antenati di una popolazione alcuni di essi sono considerati “fondatori” e il loro numero per la popolazione Hannover è di 13.881 cavalli. I fondatori sono gli antenati di cui non si conoscono le origini e che quindi vengono considerati non imparentato con altri. Da loro, arbitrariamente, si considera sia stata fondata la popolazione.

Ma come è facilmente intuibile non tutti questi fondatori hanno contribuito in maniera uguale a diffondere il loro patrimonio genetico, perché alcuni sono stati utilizzati più di altri in allevamento. Per questo motivo un dato importante è definire il numero di “fondatori effettivi”. A cosa equivale questo numero? Supponendo che in una ipotetica popolazione iniziale di fondatori tutti avessero contribuito in maniera uguale al pool genico, questi quanti sarebbero? La risposta in questo caso è 244,9 cavalli. La differenza tra i due valori (13.881 e 244,9) spiega la perdita di parte del patrimonio genetico iniziale.

– Quali sono stati i “padri”e le “madri” più importanti?

contributo-genetico-stalloni
Contributo Genetico Stalloni %

Gli antenati più importanti sono nati nella prima metà del ventesimo secolo. I 6 più importanti antenati maschili discendono da linee Hannover, mentre le 6 più importanti fattrici discendono da linee Hannover, Purosangue Inglese, Oldenburg e Holstainer. I più importanti antenati maschili sono stati: Aldermann I (1909) con 110 figli approvati di cui 71 rimasti in Hannover, Fling (1911), e Absatz (1960). Seguono Duellant (1943), Goldfisch (1935), Ferdinand (1941) e il purosangue Der Lowe xx (1944). Dal 1996 in avanti, sono gli stalloni Weltmeyer e Donnerhall quelli che hanno avuto il maggiore impatto sulla popolazione.

contributo-genetico-fattici
Contributo Genetico Fattrici %

Per quanto riguarda le fattrici citiamo Costane (1907), Altwunder (1950) e Domgoettin (1961).

-Le linee Hannover

Il concetto di linea maschile ha permesso agli allevatori di scegliere gli accoppiamenti utilizzando linee diverse senza dover ricorrere a stalloni stranieri e nello stesso tempo evitando incroci troppo stretti.

Nello Stubook Hannover sono presenti: la linea A/E fondata da Adeptus e suo nipote Alderman I, la linea F/W fondata da Flick e suo nipote Fling, la linea D di Devil’s Own XX e del suo discentente Detektiv e la linea G di Goldschaum XX continuata poi da Goldfisch. Dopo il 1945 sono state fondate nuove linee grazie all’introduzione di stalloni come Semper Idem (Trakehner) e suo figlio Senator, Abglanz (Trakehner) e suo figlio Absatz, Der Lowe XX, Matcho AA, Furioso II, e Cor de la Bryere con suo figlio Calypso II.

Si può quindi affermare che la forza dei cavalli Hannover sta nell’equilibrio delle diverse linee di sangue presenti, nel mantenimento di una popolazione piuttosto ampia e sicuramente nell’accurato processo selettivo operato nel tempo.

Glossario:

Pool genico: l’insieme di tutti gli alleli dell’intero set di geni presenti in tutti gli individui della popolazione.

Hamann, H., & Distl, O. (2008). Genetic variability in Hanoverian warmblood horses using pedigree analysis. Journal of Animal Science, 86(7), 1503-1513.

Load More In Cavalli & Scienza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *