– I simboli possono essere “l’alfabeto” con cui i cavalli parlano all’uomo –

Spesso ci chiediamo quanto sia intelligente un cavallo e cosa sia in grado di apprendere. Tutti abbiamo esempi della vita quotidiana con i nostri cavalli e su queste esperienze basiamo la nostra idea di “intelligenza” del cavallo. Altra cosa è però una dimostrazione scientifica delle capacità di apprendimento e comunicazione con l’uomo da parte del cavallo.

Tradizionalmente la comunicazione uomo-cavallo è sempre stata unidirezionale: dall’uomo al cavallo al fine di insegnargli nuove abilità. L’uomo indica qualcosa al cavallo con segnali tattili o vocali e il cavallo impara ad eseguire.

Un lavoro recentemente pubblicato sulla rivista “Applied Animal Behaviour Sciencedimostra come sia possibile che i cavalli imparino a comunicare tramite dei simboli una loro esigenza all’uomo in modo da trarne un vantaggio.

Ma come? La ricerca si è basata su qualcosa di molto semplice che per i cavalli rappresenta una routine in scuderia. E’ normale infatti per molti cavalli indossare le coperte soprattutto per proteggerli dal freddo, ma ovviamente è sempre l’uomo che sceglie quando fargliele indossare. E se loro ce lo potessero comunicare che scelte farebbero?

Lo scopo del lavoro è proprio quello di mettere a punto un metodo per “chiedere” al cavallo se lui preferisce rimanere con o senza la coperta in base alle condizioni meteo presenti e quindi al suo comfort termico.

E lui come risponde? Certo non può parlare ma può usare dei simboli per comunicarcelo.

I ricercatori che hanno condotto lo studio hanno utilizzato 23 cavalli di razze e sesso diversi di età compresa dai 3 ai 16 anni tutti abituati ad indossare coperte, ovviamente secondo la volontà dei proprietari.

Lo scopo del lavoro è stato quello di permettere al cavallo, in seguito all’addestramento, di comunicare all’uomo se preferisce che gli venga messa la coperta oppure no se è senza, che gli venga tolta oppure no se la indossa.

Per comunicare è stato utilizzato un display sul quale erano presenti dei simboli che erano: una linea orizzontale che significava “mettimi la coperta”, una linea verticale che significava “toglimi la coperta” o un quadrato bianco senza simboli che significava “nessun cambiamento”.

I cavalli venivano addestrati 5-7 giorni a settimana con brevi sessioni 5 minuti ripetute 2  o 3 volte.

L’addestramento prevedeva 10 steps successivi.

I 10 steps del training
I 10 steps del training

Nei primi 4 steps il cavallo ha preso confidenza con il display toccandolo con il muso.

Gli step 5-8 sono serviti per insegnare al cavallo la differenza tra i 2  simboli che indicavano “mettere la coperta” e “levare la coperta” in modo che i cavalli potessero associare un simbolo ad una precisa azione.

Il passo successivo è stato quello di capire se i cavalli associassero la presenza/assenza della coperta con il comfort termico che ne derivava.

Verificato questo nello step 9  è stato introdotto il simbolo “nessun cambiamento” (display bianco).

Infine nello step 10 solo 2 dei 3 simboli venivano proposti ai cavalli. Da questo punto in poi al cavallo venivano presentate 2 scelte: “nessun cambiamento” insieme al simbolo “indossare la coperta” se erano senza coperta o insieme al simbolo “togliere la coperta” se la indossavano.

Questo in varie condizioni atmosferiche in modo da evidenziare le conseguenze riguardanti il comfort termico per il cavallo sulla base delle sue scelte.

In questa parte del test i cavalli si presentavano particolarmente attenti ai simboli che avevano di fronte con un atteggiamento della testa in alto e gli orecchi disposti in direzione del display!

Hanno inoltre sempre risposto in maniera chiara e senza esitazione….possiamo dire con convinzione delle loro scelte!!!

Tutti i 23 cavalli hanno terminato il test con successo nei 14 giorni previsti imparando a distinguere i 3 simboli e capendo le conseguenze della scelta di uno di questi.

Una volta che il training è stato ultimato i cavalli hanno continuato ad essere sottoposti al test in condizioni meteo diverse.

A questo punto i cavalli avevano capito che potevano comunicare all’uomo un loro desiderio e molti diventavano impazienti di farlo, alcuni cercando di attirare l’attenzione del trainer prima del loro turno con nitriti, seguendo i suoi movimenti o andando incontro all’uomo!!!

Durante il test inoltre è successo che alcuni cavalli in paddock che indossavano la coperta, manifestassero la loro scelta di toglierla prima che fosse il loro turno durante il test: questi cavalli erano infatti sudati sotto la coperta…

Questo risultato indica chiaramente che i cavalli sono in grado di imparare a comunicare le loro preferenze all’uomo utilizzando dei simboli e operando delle scelte libere, senza la paura di sbagliare. Infatti la paura di commettere un errore e di essere punito può condizionare molto il comportamento del cavallo e spesso è presente durante l’addestramento.

Ma alla fine quali sono state le scelte dei cavalli riguardo l’indossare o no la coperta?
In linea di massima tutti hanno scelto di voler indossare la coperta, o se già la indossavano di non toglierla, con il brutto tempo e di toglierla se la indossavano, o non metterla se erano già senza, con il bel tempo. Con delle differenze individuali: alcuni cavalli meno freddolosi hanno scelto di indossare la coperta con temperature più basse rispetto agli altri.

Al cavallo viene sempre chiesto lo sforzo di comprendere la nostra volontà usando i nostri segnali e quando questo non avviene magari c’è chi lo ritiene un animale stupido. In questo studio insegnando al cavallo prima “l’alfabeto comune” usato da entrambi (i simboli sul display) risulta chiaro come lui sia in grado di comunicare con noi …. Chi è lo stupido?

Mejdell, C. M., Buvik, T., Jørgensen, G. H., & Bøe, K. E. (2016). Horses can learn to use symbols to communicate their preferences. Applied Animal Behaviour Science.

Load More In Cavalli & Scienza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *