Dal mese di aprile in Irlanda è nata una nuova realtà di supporto e promozione all’allevamento irlandese, ovvero l’ Irish Warmblood National Stud (IWNS).

L’IWNS è stato fondato da un gruppo di dieci investitori irlandesi che si sono uniti con lo scopo di rendere sempre più competitivo il loro allevamento a livello mondiale. L’IWNS si propone di lavorare in stretto contatto con il Warmblood Studbook of Ireland (WSI) il quale già a settembre 2016 aveva dato vita ad una partnership con il KWPN, con l’intento di migliorare la produzione degli allevatori irlandesi, creando nuove opportunità di mercato e di crescita.
Nonostante il rapporto di collaborazione nessun membro del WSI entrerà a far parte del Consiglio Direttivo dell’IWNS per evitare conflitti di interesse.

Il motto su cui si basa l’IWNS è : “Owned by Breeders. Controlled by Breeders. Serving Breeders.”
Piuttosto chiaro…tutto è amministrato direttamente dagli allevatori ed è costruito a favore solo degli allevatori.
Ogni investitore che entra a far parte dell’ IWNS partecipa acquistando delle quote, ognuna del valore d 1.000 €. Si è partiti con 49 quote acquisite dai 10 investitori iniziali con lo scopo di arrivare a 149, limite massimo consentito dalle leggi irlandesi. Si prospetta un aumento del valore di ogni quota negli anni.
Lo scopo è quello di dare agli allevatori un ritorno economico dei loro investimenti e di ridare competitività sul mercato globale ai prodotti “made in Ireland”.

CLARCON

Il primo passo che l’IWNS ha compiuto è stato quello di investire per acquisire uno stallone dall’importante valore genetico, per metterlo a disposizione degli allevatori irlandesi.
La premessa era quella di ricercare un giovane stallone per produrre cavalli moderni sia per il salto ostacoli che per il completo, disciplina nella quale i cavalli irlandesi si sono sempre distinti. Rappresentanti dell’IWNS hanno contattato stallonieri in Francia, Olanda, Germania e Belgio disponibili a dare in affitto uno dei loro stalloni. Gli stalloni presentati sono stati 18 e dopo una prima scrematura ne sono rimasti 5. Lo stallone su cui alla fine è ricaduta la scelta è stato è l’Holsteiner CLARCON (CASALL x CASSINI I x HERALDIK XX), 7 anni, di proprietà dell’ Holsteiner Verband che lo ha concesso in affitto per 2 anni.

L’IWNS investirà successivamente per acquistare terreni e immobili che ne costituiranno fisicamente la sede.

STALLION PROSPECT ACQUISITION PROGRAM

Un’altra parte del programma dell’IWNS riguarda l’acquisizione di foal da allevatori irlandesi con prospettive di diventare stalloni approvati.
Sono diverse le possibilità prospettate per arrivare ad acquisire un foal:

  • l’acquisto diretto
  • l’acquisto in società con il proprietario
  • opzionare un puledro che verrà rivisto in data successiva per un eventuale acquisto,
  • pagare per l’opzione di acquistare il puledro dopo la nascita,
  • pagare per l’opzione di acquistare un foal nato su un incrocio commissionato all’allevatore.

Gli allevatori sono incoraggiati a far visionare i propri prodotti da ispettori del WSI che, in collaborazione con l’ IWNS, ricercano i migliori puledri dell’allevamento irlandese per la loro valorizzazione in eventi organizzati per la selezione dei foal per le aste o per il “WSI Showjumping Foal Festival”.

MARE FINDER SERVICE

E’ un servizio offerto dall’IWNS agli allevatori che ricercano giovani promettenti puledre o fattrici per incrementare la qualità del loro allevamento. La ricerca di fattrici avviene fondamentalmente in Olanda, Francia, Germania e Belgio.
Gli allevatori vengono indirizzati verso la ricerca di femmine molto moderne con importanti linee di sangue, sia per il salto ostacoli che per il completo.
L’IWNS per questo servizio percepirà una commissione di 500 € dagli allevatori che non fanno parte dell’IWNS, e di 300 € per i soci IWNS. Non verranno accettate commissioni da parte dei venditori.

In Irlanda nell’ultimo periodo si stanno moltiplicando gli sforzi per rendere sempre più competitivi i cavalli dell’allevamento nazionale che, soprattutto nel salto ostacoli, avevano perso il primato che è stato loro negli anni passati, cedendo il passo a prodotti provenienti da Studbook olandesi, tedeschi, francesi e belgi.
La stretta collaborazione tra investitori privati e il libro genealogico del WSI, che a sua volta si appoggia al KWPN, sembra essere la ricetta per vincere questa nuova scommessa allevatoriale.

Per saperne di più è possibile visitare il sito dell’ IWNS

Load More In Studbooks

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *