Le Olimpiadi di Atlanta del ’96 rimarranno nei ricordi di tutti gli appassionati del salto ostacoli per il trionfo del binomio composto dallo stallone JUS DE POMMEUlrich Kirchhoff che si aggiudicarono la medaglia d’oro individuale e quella a squadre per la Germania.
Ma la gioia immensa per la vittoria presto dovette lasciare il posto al grande dolore dovuto alla perdita dell’indimenticato JUS DE POMME, solo tre settimane dopo le Olimpiadi a causa di una colica improvvisa.

Come stallone JUS DE POMME ha prodotto 410 figli a partire dal 1990. La sua produzione è concentrata soprattutto negli anni fino al 1997, mentre dal 1998 al 2009 sono nati una decina di puledri. Dal 2010 ad oggi non ci sono più state nascite.

Tra i suoi migliori figli 16 hanno saltato in cat 1,60m e 5 in cat 1,50m. Tra loro ricordiamo PLAY ON con Beezie Madden (figlio di LINA fattrice che ha poi prodotto in Italia per l’allevatore Silvio Benini), GASAYA’S LA POMME sotto la sella di Leon Thijssen, lo stallone PERHAPS VH MOLENVONDEL con Stefan Corten, O DE POMME, saltatore con Stanny Van Paesschen e lo stallone JUMPY DES FONTAINES montato da Harrie Smolders.

La progenie del padre PRIMO DE BRUYERES è stata poco numerosa con soli 139 prodotti, tra loro possiamo annoverare 6 saltatori in cat 1,60m. La madre di JUS DE POMME, OPALINE DE PINS (BWP Prestatiestam 11, SF 71) è stata invece una fattrice eccezionale: su 10 prodotti, 5 sono stalloni approvati e in 6 si sono distinti nel panorama del salto ostacoli internazionale: SHOGUN II, QUINTUS e RICHEBOURG sono sicuramente i più famosi.

Oggi grazie alla tecnologia ICSI si è riusciti a recuperare il prezioso sangue di JUS DE POMME (che ha una percentuale di purosangue del 70%) e con un minimo quantitativo del suo seme sono stati ottenuti 4 embrioni, tutti figli di KAREUSA S (TOULON x CALVADOS), sorella piena dello stallone ETOULON VDL.

L’allevatore Gert-Jan Drenth del Team End Horses, in collaborazione con il Team VDL, ieri ha dato la notizia della nascita del primo puledro, un maschio che è già stato acquistato da un acquirente italiano!

©BSH – Riproduzione Riservata

Load More In News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *