Siamo all’inizio di un uovo anno e per gli allevatori è arrivato il tempo di decidere non solo quali stalloni utilizzare, ma anche quante fattrici coprire. Questa seconda scelta spesso è la conseguenza di come ha risposto l’anno precedente il mercato per quanto riguarda le vendite dei foals. Gli allevatori tenderanno a coprire più fattrici se l’anno precedente hanno venduto i loro prodotti, viceversa la produzione tenderà a contrarsi se le richieste di foals sono state scarse.
Avere un quadro generale di quello che è avvenuto in Europa riguardo al numero di foals prodotti negli ultimi anni può dare un’ indicazione sicuramente interessante in questo senso.

Per avere una visione globale sui numeri dell’allevamento internazionale la WBFSH ha richiesto ai suoi membri di fornire alcuni dati che riguardano la produzione di foals e la consistenza della popolazione sia totale che dei soli stalloni e fattrici.

Non tutti i Libri Genealogici hanno però risposto positivamente a questa richiesta, alcuni hanno reso noti solo parte dei dati richiesti.
Tra coloro che sembra invece non abbiano comunicato niente di quanto richiesto, anche alcuni Studbook importanti come l’Hannover e l’SbS oltre al ….. Sella Italiano.

Dal file finale che riassume tutti i dati pervenuti (clicca qui per il datasheet), l’elemento forse più interessante è quello relativo al numero delle nascite nei diversi Studbook, e ancora più rilevante è vedere il trend confrontando anni successivi.

NASCITE NEGLI ANNI 2016 E 2017

In valore assoluto è il KWPN quello con il numero maggiore di nascite nei due anni presi in considerazione, il 2016 e il 2017, con un aumento del numero dei nati del 4,9% nel 2017 arrivando ad oltre 9.800 foals.

Dai dati forniti il KWPN risulta essere anche lo Studbook con il maggior numero di soggetti iscritti: 440.000 cavalli in totale.
È importante ricordare che il KWPN quest’anno è stato leader della classifica degli Studbook in tutte e tre le discipline olimpiche. Sicuramente con un numero così elevato di cavalli il bacino da cui attingere per ricercare ottimi soggetti sportivi è cospicuo e, insieme ad un metodo selettivo vincente, può aver avuto un ruolo nel determinare la fortuna di questo libro genealogico.

numero foals nati 2016-17


Segue il Selle Francais, sebbene con numeri più contenuti. Anche in questo caso abbiamo avuto un incremento delle nascite dal 2016 al 2017 che sono passate da 5.891 a 6.128, con un aumento del 4%.

Stesso trend anche per l’irlandese ISH che vede aumentare il numero dei foals nati nel 2017 rispetto al 2016, registrando un + 3,7% e raggiungendo il numero di 5.154 nati.

Ma il salto più significativo è quello compiuto da Zangersheide che ha visto crescere il numero di foal registrati nel suo Studbook del 40% dal 2016 al 2017. Un incremento che da solo descrive meglio di ogni parola la fortuna di questo libro genealogico e la capacità di attirare a se sempre nuovi allevatori, in parte provenienti anche dal nostro Paese. 

Tra i due Studbook Oldenburg, OL e OS, il primo volto più alla selezione di cavalli da dressage e il secondo prevalentemente da salto ostacoli, l’ OL è numericamente più consistente rispetto all’OS, fondato più di recente. Per l’OL il numero dei foals nati nel 2017 è 3.837 mentre per l’OS si arriva a 2.609.
Per entrambi c’è stato un incremento delle nascite dal 2016 al 2017, ma l’ OS può vantare un aumento più ragguardevole, andando a raggiungere un +13,2%, mentre l’OL si attesta su un +3,6%.

Con un numero di nascite molto simile tra loro troviamo il Westfalen e il BWP, il primo con 3.400 nati e il secondo con 3.211 nel 2017. La differenza tra i due sta nel fatto che l’aumento delle nascite è quasi tre volte superiore per il Westfalen (+9,7%) rispetto al BWP (+3,5%).

Da sottolineare che il BWP, con un numero di nati tre volte inferiore rispetto al KWPN, lo scorso anno ha guidato la classifica degli Studbook e si è piazzato al secondo posto quest’anno, tutto ciò a conferma dell’ottima qualità dei suoi prodotti.

Lo stesso incremento in percentuale (+3,5%) lo troviamo per lo svedese SWB che passa da 2.553 foals nati nel 2016 a 2.642 nel 2017.

Con un numero simile di foals prodotti, ma con un aumento delle nascite doppio rispetto all’SWB, troviamo l’Holstein che passa da 2.607 del 2016 a 2.774 del 2017, registrando un +6,4% delle nascite.

Ma c’è anche chi ha visto diminuire il numero di prodotti.
Il decremento maggiore lo troviamo per il danese DWB, quinto al mondo nella classifica degli Studbook per la disciplina del dressage, che vede diminuire del 7,8% il numero delle nascite.
Un piccolo decremento si registra anche per l’AES che passa da 2.403 nati a 2.373, con un 1,2% in meno nel 2017.

trend  nascite foals 2016-17


Tirando le somme per i principali libri genealogici europei il 2017 ha visto aumentare il numero dei puledri nati rispetto al 2016, segno che il mercato per questi soggetti sembra reggere, nonostante la difficoltà economica del vecchio continente.

Questo probabilmente grazie anche alle molteplici iniziative per promuoverne la vendita, molte delle quali promosse proprio dagli Studbook di appartenenza, come le sempre più numerose aste, ormai diventate quasi tutte anche on line.

LEGENDA:

  • ZVCH: Swiss Warmblood
  • CHS: Studbook Cheval Suisse
  • PZHK (POL): Studbook for Polish Half Bred Horses – Polish Horse Breeders Association
  • ANAA: Stud Book Français du Cheval Anglo-Arabe
  • SCSL: Stud-book du Cheval de Selle Luxemborgeois
Load More In Studbooks

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *