Quest’espressione, coniata nel Tardo Medioevo francese, condensa nel suo potente, quasi brutale paradosso le tensioni intrinseche all’esistenza stessa di una dinastia: da una parte lo scorrere inesorabile del tempo che la consuma e dall’altra la volontà salda e fiera che essa vi contrappone.

La Regina è morta. Il 26 Maggio, una Regina si è, effettivamente, spenta. Stiamo parlando di ISANCA (BWP, 1985, CARNEVAL x FROSTWIND), la Cavalla di una vita di Franca Zanetti.
Questa grintosa morellina è stata, dapprima, complice di numerosi successi agonistici insieme all’amazzone trevigiana per diventare, in seguito, una delle «poulinière souche» (letteralmente «fattrice ceppo») del famoso e qualitativo allevamento FZ.

L’incontro, quasi per caso, tra due anime affini

A posteriori, è facile trovare le analogie tra la donna e la cavalla, a cominciare dall’assonanza dei loro nomi, Franca ed ISANCA. Entrambe si distinguono, inoltre, per un fisico minuto ma forte, un temperamento «insanguato» e combattivo.
Sarà stato per questa capacità innata ed inconsapevole di trovarsi tra simili che nel 1991, Franca ed ISANCA si incontrarono nel paesino belga di Lummen, nelle scuderie di Peter Postelmans.

«Con il mio vecchio cavallo avevo fatto le mie prime garette fino a conseguire il I° Grado. A quel punto era necessario trovare un compagno di gare più giovane e con un potenziale per fare il famoso salto di qualità. Fu così che mi recai nelle scuderie belga di Peter Postelmans. Con ISANCA, che all’epoca aveva 6 anni, fu amore a prima vista. Era calda, ma aveva un cuore d’oro ed era infermabile. Con lei affrontai le prime categorie impegnative, fino a gareggiare in 140. Mi insegnò tutto, e mi regalò persino una medaglia d’argento ai Campionati Italiani assoluti primo grado», si ricorda Franca con voce al tempo stesso entusiasta e nostalgica.

Isanca e Franca Zanetti – Ph: F. Zanetti

La carriera sportiva di ISANCA si concluse definitivamente nel 1998. Lo stesso anno fu messa in razza.
La «Nerina Volante», come era stata soprannominata, aveva, tuttavia, già prodotto una puledra nel 1993 quando, a causa di un infortunio, era stata fermata per una stagione.

«All’epoca era autorizzata solo la monta naturale in Italia. Tentai di ottenere il permesso dall’Unire di fecondare artificialmente ISANCA con lo stallone che sognavo per lei, GALOUBET A. (Lo stallone Selle Français fu il primo performer disponibile in inseminazione artificiale). Fu inutile e ripiegai quindi su GRANDDUELL (da GRANDE). Da questa unione nacque YASMEEN».

La scelta di ripiegare su un riproduttore “normale” come GRANDDUELL – che nell’allevamento non ha lasciato un’impronta rilevante – mise subito in evidenza le qualità di madre di ISANCA poichè YASMEEN si rivelò un’ottima e coraggiosa saltatrice.

La forza di fondare uno Stamm

Se nello sport la piccola guerriera morella aveva soddisfatto egregiamente le aspettative, doveva ora dimostrare il suo valore come progenitrice.
ISANCA nasceva dall’Holsteiner CARNEVAL, frutto dell’incrocio tra lo chef de race COR DE LA BRYÈRE (definito «dono dal cielo» dagli allevatori tedeschi) e FARNESE (padre di madre anche degli stalloni EMILION, CHIN CHIN e LANDADEL), e da BOSWIND, una discendente diretta dello stallone Trakehner FROSTWIND. L’ascendenza Trakehner aveva, senz’altro, conferito ad ISANCA una combinazione fatta di solidità fisica, sangue e temperamento volenteroso.

La linea materna conosciuta finiva tuttavia qui: nessun performer ai massimi livelli tra gli ascendenti né tra i collaterali. Era, pertanto, tutto da costruire a partire da ISANCA.
Fu allora che entrarono in gioco la profonda conoscenza che Franca aveva della sua cavalla cosi come la meticolosa selezione degli stalloni da utilizzare.

Quando nel ’98 ISANCA iniziò ufficialmente la sua carriera di fattrice, l’inseminazione artificiale era finalmente approdata anche in Italia e la rosa dei pretendenti si ampliò sensibilmente, dando la possibilità a Franca di attingere ai migliori padri disponibili a livello europeo.

ISANCA fu molto generosa anche come “mamma”, poiché ha prodotto 9 puledri, di cui ben 7 femmine, le quali hanno poi raccolto il testimone permettendo al «ceppo ISANCA» di ramificarsi in maniera rigogliosa in un’importante famiglia.
Dei 9 figli di ISANCA, 6 hanno gareggiato in categorie da 1m40 in su (vale a dire quasi il 70%): ISANDRA (f., 1999, da INDOCTRO) ha svolto una brillante carriera giovanile ottenendo numerosi piazzamenti e vittorie fino alle gare nazionali ed internazionali dei 7 anni montata da Massimo Grossato; INDIRA FZ (f., 2003, da INDORADO) ha partecipato ai Campionati del Mondo dei giovani cavalli a 7 anni ed è poi emersa a livello internazionale con Alberto Zorzi, conquistando due vittorie al CSI-W di Lipica nel 2013 ; ISIDOR FZ (c., 2004, da CENTO), performer  fino in CSIO3*-W ; BERLINA FZ (f., 2004, da BERLIN), 5° classificata con Alberto Zorzi alle finali dei 7 anni del Circuito Classico, ha poi saltato fino in categorie 1m45 ; DUSTIN FZ (C, 2009, da DOUGLAS), ottimo saltatore in 140.

I portabandiera di Isanca nel mondo

Le figlie di ISANCA si sono dimostrate, come lei, non solo delle eccellenti atlete ma anche delle fattrici d’eccezione ed è così che alcuni discendenti di ISANCA sono tra i migliori portabandiera del Team FZ:

BELINDA FZ (f., 2007, BALOU DU ROUET e YASMEEN), dopo un promettente debutto con Natale Chiaudani, è stata esportata negli USA.

CAMIREZ FZ (s., 2010, CONTENDER e INDIRA FZ), stallone approvato in Z, SBS, OS, SI, ha partecipato ai Campionati del Mondo di Lanaken a 5 e 7 anni, ha in seguito proseguito la sua formazione in Germania fino ai primi Gran Premi ed è stato, infine, esportato anch’esso negli USA.

Camirez FZ – Ph: F. Zanetti

QUALITY FZ (c., 2009, QUINTENDER e BERLINA FZ) rappresenta, indubbiamente, il fiore all’occhiello dell’allevamento di Franca. Dopo essere stato portato ai massimi livelli da Jur Vrieling, è approdato nelle scuderie del Campione Olimpico di Bejing 2008, Eric Lamaze, con cui a soli 9 anni ha calcato alcuni tra i più prestigiosi campi al mondo, come quelli di Calgary, Aquisgrana, Valkenswaard, ecc.
Ad inizio 2010 il qualitativo baio, che porta decisamente bene il suo nome, è stato notato da un altro fuoriclasse del Jumping Internazionale, il triplo Campione del Mondo e Oro Olimpico di Atene 2004, Rodrigo Pessoa. Il cavaliere brasiliano, determinato a tornare sui campi gara da protagonista e sognando le Olimpiadi, ha così deciso di puntare su QUALITY FZ per realizzare il suo ambizioso progetto. L’affiatamento sembra stato immediato tant’è che, alla sua prima uscita insieme (a Devon negli USA), il binomio è andato subito a premio. I successi sono continuati a St Tropez (9° nel GP CSI4*), a Knokke (4° nella 150 del CSI3*), a Fontainebleau (7° nel GP CSI2*), a Dinard (7° nel GP CSI5*), a Lexington (6° nella tappa di Coppa del Mondo del CSI4*), a Parigi (2° nello Special del CSI5*) e a Wellington (nella Coppa delle Nazioni del CSIO5*).

Quality FZ con R. Pessoa – Ph: F. Zanetti
L’Isanca-Stamm tra le famiglie 5* dell’allevamento FZ

Dopo circa tre decenni di continuo lavoro di selezione, l’allevamento FZ è, oggigiorno, conosciuto a livello mondiale con prodotti venduti in Europa, negli Usa, in Sud America e perfino in Sud Africa.

La crescita ha permesso all’allevamento trevigiano di ampliare notevolmente il suo parco fattrici, acquistando alcune tra le migliori e più ambite linee femminili al mondo (quelle di QERLY CHIN, CORRADINA 2, CARDENTO, VERDI TN, PAPILLON ROUGE, CHIN CHIN, ecc).

In un momento contraddistinto come non mai dal monopolio delle più prestigiose aste e vetrine a vendere da parte di queste famosissime linee materne (che grazie o a causa dell’ICSI non sono più così rare), ci si potrebbe chiedere perché continuare ad investire sulla famiglia di ISANCA.

«Da una generazione all’altra, ISANCA continua a trasmettere, immancabilmente, il suo temperamento da guerriera e la sua salute di ferro, qualità non sempre comune a quelle importanti famiglie.
Il futuro promette davvero bene con soggetti fuori dal comune come CARTICA FZ (f., 2014, CANTURO e ISABELLE FZ da ACODETTO). Dopo aver vinto i Campionati dei 5 anni ad Arezzo è stata acquistata da Massimo Grossato. E fenomenale, è una cavalla olimpica!»

Grazie ai progressi delle tecniche di riproduzione, come l’ICSI o il più «semplice» embryo transfer, l’ISANCA-Stamm potrà proseguire la sua prolifica e qualitativa ramificazione.

E se oggi l’Allevamento FZ piange la scomparsa della sua Regina, al tempo stesso gioisce per la nascita di una piccola ed insanguata morella, battezzata, per l’incredibile somiglianza con la «Nerina Volante», proprio ISANCA FZ.

La Regina è morta, lunga vita alla Regina!

Isanca FZ – Ph: F. Zanetti

©BSH – Riproduzione riservata

Load More In Allevamenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *