Era il 1992 l’anno in cui per la prima volta vennero stilate le classifiche degli Studbook nelle tre discipline equestri, denominate “World Breeding Championship for Sport Horses”.
Solo due anni più tardi venne fondata la WBFSH, una federazione con lo scopo di mettere insieme i diversi libri genealogici che fino a quel momento avevano lavorato in modo individuale.

In quegli anni lo Studbook Hannover la faceva da padrone nel salto ostacoli, classificandosi regolarmente al primo posto dal 1991 al 1996!
Appartenevano a questo Studbook cavalli come la leggendaria RATINA Z, vincitrice della classifica del 1991/1992, terza classificata poi nel 1993/1994 o l’ indimenticabile E.T. che vinse nel 1995 per la prima volta, confermandosi poi leader fino al 1999!!

Gli stalloni Hannover che in quegli anni spopolavano erano GRANNUS, VOLTAIRE, ESPRI, DYNAMO, LUGANO VAN LA ROCHE, GRALSRITTER, solo per citarne alcuni.

La supremazia Hannover nel salto ostacoli era quindi indiscussa.
Con il tempo però il divario tra l’Hannover e gli altri libri genealogici è diventato sempre meno netto, tanto che nelle classifiche più recenti non lo troviamo più primeggiare come un tempo, pur rimanendo sempre tra i migliori.

In questi giorni una notizia apparsa sul sito del Landgestute Celle ha incuriosito molti ed è stata interpretata come un tentativo per riconquistare l’antica gloria nel salto ostacoli.

L’ESPERIMENTO

In un post intitolato semplicemente “L’Esperimento” viene spiegata l’idea venuta a Hergen Forkert, Heide Peters, Oliver Ross e al direttore dell’allevamento a Celle, Ulrich Hahne, che ne hanno discusso con il Comitato Allevatoriale del salto ostacoli e sono giunti ad una decisione che sembra andare in controtendenza.

L’idea è quella di rendere disponibili per gli allevatori Hannover le ultime dosi rimaste e custodite a Celle, di alcuni degli stalloni che hanno reso grande lo Studbook Hannover nel salto ostacoli, ormai da tempo scomparsi: SERVUS (1961), DON CARLOS (1962), WENDEKREIS (1967), WATZMANN (1968), DON JUAN (1975), WERTHER (1973) ed ESPRI (1981).

Si cercano quindi allevatori che vogliano tentare l’esperimento del “ritorno al passato”.

– LE CONDIZIONI –

Il tasso di monta sarà di 500 , le fattrici devono essere stazionate a Celle e sui maschi nati da questi incroci l’allevamento statale di Celle avrà la prelazione. Lo scopo è quello di poter osservare i giovani stalloni nel lungo periodo ed eventualmente, se si rivelassero interessanti, utilizzarli come riproduttori per tramandare i preziosi geni di cui sono portatori.
Per quanto riguarda le femmine invece non ci sono garanzie di acquisto da parte di Celle, anche se l’idea è quella di poter utilizzare anche loro come fattrici.

– LE FATTRICI –

Importantissime saranno le fattrici coinvolte in questo progetto. Quelle selezionate dovranno essere delle cavalle che si possono definire moderne, sia per quanto riguarda le caratteristiche morfologiche che attitudinali. Lo scopo infatti è quello di incrociare con i vecchi stalloni fattrici che rispecchino gli standard di selezione attuali, per ottenere un mix che potrebbe rivelarsi vincente.

D’altro canto rimane l’incertezza sul fatto che da questi incroci possano emergere soggetti che rispondano alle moderne esigenze sportive, ma la curiosità di scoprire se l’idea potesse avere un senso è stata tanta e si è quindi deciso di tentare.

La fortuna anche stavolta aiuterà gli audaci?

Fonte: Landgestute Celle
In copertina: Werther
©BSH Riproduzione Riservata

Load More In Studbooks

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *