Si sono svolte durante il CHI di Ginevra le premiazioni da parte del  presidente della WBFSH Jan Pedersen, insieme alla principessa Benedikte di Danimarca, degli allevatori dei 3 cavalli che quest’anno hanno raggiunto i vertici mondiali nella classifica della WBFSH per il salto ostacoli, dressage e completo.

E dato che ogni cavallo ha dietro di se una storia da raccontare, anche i grandi campioni ne hanno una che parte sempre dalla storia della loro famiglia materna. E chi meglio di chi li ha visti nascere può parlarne?

  • CHESALL ZIMQUEST

Premiazione degli allevatori di Chesall da parte della principessa Benedikte di Danimarca
Premiazione degli allevatori di Chesall da parte della principessa Benedikte di Danimarca

L’allevatore di CHESALL ZIMQUEST,Günter Schüder ha raccontato di essere cresciuto in mezzo ai cavalli e di aver preso in mano l’azienda agricola dei suoi genitori nel 1971. In quell’anno nacque HASJA (quarta madre di CHESALL) (nata da SABLE SKINFLINT XX – OSMANA x WALDJUNKER, stamm 1120) che diventò la fattrice che ha messo le basi per il successo di CHESALL ZIMEQUEST (CASALL ASK – MILVA x CONCERTO II). “Ho acquistato HASJA nel 1978 quando era gravida di Raimond. A quel tempo  la cavalla faceva delle gare di dressage con una ragazza vicino a casa mia. Era una cavalla molto speciale, quando era fuori a gareggiare, i suoi puledri rimanevano nei paddocks. Aveva un gran carattere. Tutti i cavalli nati da questa linea hanno un carattere eccezionale e molto sangue. Günter Schüder ricorda “Il purosangue SABLE SKINFLINT XX era conosciuto per essere un cavallo difficile e un pò matto, ma avere il suo sangue in una linea materna voleva dire ritrovare la sua solidità e robustezza. Tutt’ora riesco a vedere la presenza del suo sangue nelle mie fattrici.
Ho usato diversi stalloni per HASJA, ogni volta basandomi più che altro sul mio istinto, più che su un’idea precisa. Volevo sperimentare stalloni diversi e decisi di utilizzare tra gli altri anche CAPITOL I. Da questo incrocio nacque nel 1989 DELIA I, terza madre di CHESALL ZIMQUEST. Era una cavalla molto moderna, non sembrava una figlia di CAPITOL I perché dotata di molto sangue.

Riguardo alla mamma di CHESALL ZIMEQUEST, MILVA IV, Günter Schüder racconta “MILVA IV era una cavalla molto compatta, così decisi inizialmente di coprirla con CORRADO I. Ho usato CASALL nel momento in cui la sua carriera con Rolf-Göran Bengtsson era a gli inizi. E il risultato è stato eccellente! Sfortunatamente MILVA IV è morta quest’anno lasciandomi però un puledro da CASALITO

CASALL ASK (CARETINO – KYRA XVII x LAVALL I, stamm 890) è già una star di per se, oltre che per essere il padre di 3 dei migliori 5 cavalli che hanno decretato lo studbook Holsteiner come il numero uno al mondo quest’anno. Tra l’altro CHESALL ZIMEQUEST e CASALL ASK si sono ritrovati anche a gareggiare insieme, come spesso è successo a CASALL con altri suoi figli.

La carriera internazionale di CHESALL ZIMEQUEST è iniziata sotto la sella di David Will che ricorda “Ho iniziato a montare CHESALL quando aveva 6 anni, aveva mostrato molta qualità nel salto fin dall’inizio, una tecnica perfetta e un ottimo carattere. Lo abbiamo preparato con molta attenzione in modo che non perdesse mai la sua fiducia e il suo cuore. Oggi con Simon Delestre lui ha uno dei migliori cavalieri al mondo che lo monta e questo li ha resi il top. Sono veramente molto felice di questo loro successo e penso che ci potremmo aspettare ancora molto altro da questo binomio.”

Il suo proprietario Benoit Zimmermann ha dichiarato “Ho acquistato CHESALL quando aveva 10 anni. Ero con Simon a vedere altri cavalli. Quando abbiamo visto CHESALL gli ho detto  – Questo è un cavallo su cui mi piacerebbe investire.-  Abbiamo rischiato e 18 mesi più tardi lui è diventato il numero uno nella classifica della WBSFH!
Simon Delestre ha concluso dicendo “CHESALL è un cavallo molto sensibile, con molto sangue e molto rispetto. Ha tutte le caratteristiche del moderno cavallo sportivo. E’ un cavallo eccezionale!

  • DESPERADOS FRH

Premiazione della nipote dell'allevatore di Desperados
Premiazione della nipote dell’allevatore di Desperados FRH

Allevato da Herbert Schütt l’Hannover DESPERADOS FRH (DE NIRO – WIE MUSIK x WOLKENSTEIN II) ha già vinto molti titoli in carriera, tra cui le medaglie d’argento e d’oro alle Olimpiadi con la squadra tedesca, il bronzo olimpico individuale, il titolo di stallone dell’anno in Hannover nel 2016, oltre ad essere il miglior cavallo da dressage nella classifica della WBFSH 2016. Oggi il suo allevatore che ha raggiunto gli 86 anni, condivide con suo figlio Claus la sua passione.

DESPERADOS FRH a due anni e mezzo venne presentato all’approvazione in Hannover ma non venne approvato! Venne poi venduto all’asta a Gestüt Sprehe, raggiungendo il prezzo più alto tra gli stalloni non approvati. Un anno più tardi grazie ad una grande performance durante l’approvazione montato, venne approvato e premiato, dimostrando durante il test dei 70 giorni le sue eccellenti andature.

Claus Schütt ricorda “La famiglia di Desperados FRH appartiene alla mia famiglia da 100 anni. Ho una foto di Lacilla appesa in casa, era nata nel 1923. I cavalli provenienti da questa linea venivano usati in azienda per il lavoro, ma nel 1964 mio padre smise di usarli per questo scopo e iniziò ad allevarli per lo sport. Le migliori femmine dovevano superare il performance test, dopodiché rimanevano in allevamento. I cavalli di questa linea hanno tutti un ottimo carattere, sono onesti e intelligenti. Ma devono sempre essere trattati con rispetto, altrimenti possono dare dei problemi. In realtà alleviamo pochi cavalli ogni anno, abbiamo due o tre fattrici e alleviamo anche cavalli da salto ostacoli, sempre da questa linea di sangue. Dopo cento anni di selezione è davvero difficile riuscire a migliorarci ancora.”

A 5 anni DESPERADOS, per il suo addestramento, venne affidato a Falk Rosenabauer che ricorda “Ho montato DESPERADOS per 5 anni fino a che, all’età di 10 anni, è passato sotto la sella di Kristina Bröring-Sprehe. E’ sempre stato molto bello da montare, ma era anche uno stallone. Una cosa che non dovevi insegnare a DESPERADOS è come fare un piaffe, è una sua dote naturale, ce l’ha nel sangue. Devi solo dare forma alle sue qualità, il talento per il dressage è già li. La prima gara insieme l’abbiamo affrontata quando aveva 6 anni e poche altre quando ne aveva 7. Volevamo prepararlo per le competizioni più importanti e a 9 anni ha affrontato il suo primo Grand Prix, vincendo immediatamente. Dopo il piazzamento nella tappa di Coppa del Mondo in Polonia, Kristina iniziò a montarlo. All’inizio non è stato facile per lei, ma il suo lavoro l’ha ripagata, sono felice per lei”.

  • MIGHTY NICE

Premiazione degli allevatori di Mighty Nice
Premiazione degli allevatori di Mighty Nice

Il 12 anni castrone MIGHTY NICE (ARD OHIO – SARAZEN, da PENISTONE), di proprietà di HND Group, è stato capolista tra i cavalli irlandesi nella classifica preolimpica della WBFSH, ha ottenuto il 4° posto al Rolex Kentucky CCI4* questa primavera e successivamente al Fair Hill CCI3* questo autunno.
Vincitore della medaglia di bronzo individuale alle Olimpiadi ha siglato la 21° vittoria per lo studbook Irish Sport Horse nella classifica della WBFSH.

William Kells, il suo allevatore, ha una piccola fattoria 15 a miglia dalla città di Cavan e ha sempre un paio di fattrici nella sua azienda come faceva suo padre. Kells ricorda “Lui apparteneva alla generazione di quelli che usavano i cavalli per il lavoro nei campi”.
La oggi trentenne SARAZEN madre di MIGHTY NICE, venne acquistata ad un mercato contadino locale. Sebbene suo padre sia sconosciuto, Kells crede in ciò che il suo venditore di allora disse, ovvero che la cavalla fosse figlia del purosangue PENINSTONE XX, dato che conosce bene questo stallone e i suoi prodotti.

SARAZEN oggi è troppo anziana per avere dei figli ma William Kells ha anche la sorella piena di MIGHTY NICE, CORRADORNS MISS OHIO, che quest’anno ha prodotto un foal dal KWPN S.CREEVAGH FERRO (FERRO – NAIKO X VOLTAIRE).

MIGHTY NICE (nato con il nome di OVER THE VEE) venne venduto da foal a 2.000 euro “Ho in mente ancora questa immagine, MIGHTY NICE era un bel puledro ed ero preparato a tenerlo con me” ricorda Kells che continuò a seguire la carriera del suo giovane prodotto nelle gare riservate ai giovani cavalli di completo, prima che venisse venduto negli Stati Uniti.

Kell inoltre ricorda “Ho usato come stallone ARD OHIO (IROKO – KWANDO, da VOLTAIRE) un paio di volte. Mi piace andare in giro per vedere e scegliere gli stalloni, e quando ne vedo uno che mi piace lo uso. Puoi avere la migliore fattrice e incrociarla con il miglior stallone ma non ci sono garanzie di avere un buon prodotto. Allevare un cavallo da Olimpiadi? Beh, è il sogno di ogni allevatore!”

 

Fonte:wbfsh.org

Load More In Varie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *