La disputa su chi debba essere considerato l’allevatore di un puledro è da sempre molto accesa. I problemi emergono non solo al momento della nascita quando il foal deve essere registrato, ma esistono casi di controversie sorte quando il puledro è  ormai grande ed è un’atleta che compete ed ha successo ai massimi livelli. A quel punto, per così dire, tutti vogliono salire sul carro del vincitore e si accendono le controversie su chi debba essere considerato l’allevatore.

C’è chi sostiene che la persona che ha ideato l’accoppiamento dovrebbe essere considerato l’allevatore, altri che l’allevatore è la persona che registra il puledro a suo nome nello Studbook di appartenenza.

Ma ci sono molte aree grigie, vie di mezzo non sempre ben definite. Con l’evoluzione dell’allevamento e l’uso sempre maggiore della pratica dell’embryo transfer e della vendita degli embrioni, la materia si è ulteriormente complicata.

Per esempio nel caso dell’embrione che viene acquistato in pancia insieme alla ricevente chi è l’allevatore? La persona responsabile del concepimento o il proprietario della fattrice al momento in cui nasce il puledro, anche se in questo caso la fattrice non è la madre biologica del puledro?

A causa dei numerosi casi di controversie nate non solo tra allevatori ma anche tra Libri Genalogici diversi, la WBFSH è stata spesso chiamata ad intervenire per dare una sua interpretazione del problema.

Dopo due meeting che si sono tenuti tra i membri del Board della WBFSH e il Comitato Esecutivo, durante i quali il problema è stato trattato in ogni suo aspetto, la WBFSH raccomanda che:

“Salvo che non ci sia un accordo tra le parti diverso, al momento della vendita della fattrice gravida nel quale sia specificato chi sia l’allevatore del foal in utero venduto con la madre, il legittimo allevatore del foal è colui che è proprietario della fattrice o colui che ne detiene i diritti (nel caso in cui ad esempio la fattrice venga affittata per una stagione) e registra il puledro al momento della sua nascita nel Libro Genealogico che gli rilascerà il certificato. “

Tags
Load More In Varie

One Comment

  1. […] in queste settimane anche la WBFSH si è pronunciata sul problema e ha dato il suo parere su colui che dovrebbe essere considerato l’allevatore del puledro, […]

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *